“Non so, quando realizzo un film non lo classifico mai, non dico è una commedia, aspetto l’anteprima, se il pubblico ride molto dico è una commedia o un film serio o un film noir.” Billy Wylder

L’Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) organizza CineComedy a Mirafiori, sette serate di cinema sotto le stelle che dal 14 giugno al 26 luglio porteranno i colori accesi della commedia cinematografica europea alla Casa nel Parco di Mirafiori (via Panetti, 1 – angolo via Artom), nella periferia sud di Torino.

“CineComedy a Mirafiori” si propone come un viaggio cinematografico attraverso l’Italia e l’Europa, una sorta di “vacanza speciale” che salperà dal porto di Le Havre con le immagini e la poesia raccontate dal finlandese Aki Kaurismaki in “Miracolo a Le Havre” e ci farà rientrare a casa nella Torino del 1997 con Valerio Mastandrea in “Tutti giù per terra” di Davide Ferrario; subito dopo prenderemo un aereo con destinazione Balcani in compagnia di Emir Kusturica e il suo “La vita è un miracolo” e saliremo poi in ascensore alla volta di “Into Paradiso”, una Napoli multietnica dove incontreremo Peppe Servillo, Gianfilippo Imparato e la comunità singalese descritta della regista Paola Randi; il viaggio continuerà nella Milano del 1983, dove l’energia di Claudio Bisio ci condurrà attraverso una delle straordinarie storie legate al mondo delle cooperative nate dopo la Legge Basaglia in “Si può fare” di Giulio Manfredonia. Ci sposteremo poi nella Francia dei primi anni ’60, dove un ricco e annoiato borghese, interpretato da Fabrice Luchini, assorbirà la carica vitale de “Le donne del sesto piano”; qui, il nostro itinerario della commedia si fermerà per una piccola sosta gotica con “La Maschera del demonio”, capostipite del genere horror italiano firmato da Mario Bava, tratto dal racconto di Nikolaj Vasil’evič Gogol. La tappa finale del viaggio di CineComedy a Mirafiori approderà in uno dei centri della cultura russa per eccellenza, il Bol’šoj di Mosca, per raggiungere, con un sottofondo di sonorità gipsy, il Théâtre du Châtelet di Parigi attraverso le storie della più improbabile e originale orchestra musicale de “Il concerto” di Radu Mihăileanu.

Ogni serata di “CineComedy” sarà inaugurata dalla proiezione di un breve cortometraggio realizzato dal Laboratorio dell’Immagine di Via Millelire – Centro ITER, cui seguirà la proiezione del film introdotto da uno dei tanti ospiti che si alterneranno nei sette appuntamenti: Stefano Boni, Paola Randi, Daniele Cavalla, Andrea Bosca, Caterina Taricano, Matteo Pollone, Davide Ferrario e Roberto Agagliate.

A fine serata, il Video Blog Scena Madre raccoglierà a caldo le impressioni del pubblico che potrà prendere in prestito dei libri e film a tema (nelle serate del 4 Giugno, 21 Giugno e 19 Luglio) presso il punto “La biblioteca consiglia”, curato dalla Biblioteca Civica Cesare Pavese di Via Candiolo.

“CineComedy a Mirafiori” prevede inoltre la realizzazione di un workshop gratuito coordinato dall’AMNC con gli abitanti del quartiere che ha come fine l’ideazione e l’organizzazione del primo appuntamento cinematografico di settembre alla Casa nel Parco: durante il workshop i partecipanti saranno guidati a progettare, gestire e comunicare una serata di cinema in maniera autonoma.

“CineComedy a Mirafiori” è la proposta vincitrice del bando pubblico “Uno Schermo a Mirafiori” promosso dalla Fondazione della Comunità di Mirafiori Onlus con il sostegno della Fondazione Antonino Monaco, selezionata da una giuria composta da una ventina di abitanti del quartiere di Mirafiori Sud.

“CineComedy a Mirafiori” è un progetto a cura dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema, realizzato con la collaborazione del Laboratorio dell’Immagine di Via Millelire – Centro ITER, il Video Blog Scena Madre, l’Associazione Videocommunity e la Biblioteca Civica Cesare Pavese.