di Simona Izzo, con Luca Zingaretti, Vanessa Incontrada, Ricky Tognazzi, Lisa Gastoni, Jane Alexander, Rosalinda Celentano, Michela Cescon, Claudio Bigagli. Italia, 2007

Davide (Luca Zingaretti), rinomato chef e playboy, trova ispirazione per i suoi piatti dal carattere delle donne che incontra. Irrequieto e incapace d’impegnarsi sul serio, passa da un lavoro all’altro e da una relazione a quella successiva. Quando un malore lo costringe in camera iperbarica, si troverà ad affrontare tutte le donne della sua vita riunite assieme e dovrà incominciare a prendersi le proprie responsabilità.

Uno dei ristoranti di lusso dai quali Davide viene licenziato dopo che il proprietario Vittorio (Claudio Bigagli) ha scoperto la sua relazione con la moglie Laura (Jane Alexander), è il ristorante “Guido” di Pollenzo, situato all’interno del “Complesso dell’Agenzia”. Questo complesso architettonico in stile neogotico, che già ai tempi di Carlo Alberto di Savoia era chiamato “Agenzia di Pollenzo”, è stato recuperato a partire dal 2000 grazie ad un progetto di Slow Food e dal 2004 ospita la sede dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche (primo ateneo al mondo interamente dedicato alla cultura del cibo), la Banca del Vino, l’Albergo dell’Agenzia e, per l’appunto, il ristorante “Guido”. La costruzione dell’Agenzia iniziò nel 1832 proseguendo sino al 1847 per assecondare i gusti del re Carlo Alberto. In quegli anni gran parte del borgo di Pollenzo fu demolito e ricostruito in stile medievaleggiante dagli artisti chiamati dal monarca. In particolare, il decoratore Pelagio Palagi, il pittore Bellosio, l’ebanista Moncalvo e lo scultore Gaggini rimodellarono il castello e l’intero complesso, collegandovi la chiesa di San Vittore.

Il film presenta anche molte location a Torino: Via Nizza, 270, ex Centrale Termica delle Officine Lancia (Via Limone, 24), Hotel Golden Palace (Via dell’Arcivescovado, 18), Via Giovanni Plana, 1, Piazza Vittorio Veneto, Piazza San Carlo, Piazza C.L.N., Piazza Castello.