di Daniele Segre, con Carlo Colnaghi, Alessandra Comerio, Laura Panti, Lou Castel, Barbara Valmorin, Italia, 1992

Carlo Carbone, un ex attore di circa quarant’anni, reduce da numerosi ricoveri in diversi ospedali psichiatrici, vive ai margini della società, in una Torino spesso notturna, una città che più che sfondo è un testimone dei suoi tentativi di ritorno a una vita “normale”,  in particolare grazie all’aiuto del teatro.

Girato da Daniele Segre su un soggetto dell’attore protagonista, Carlo Colnaghi, il film, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1992, è girato in più luoghi della città: dal Ponte Rossini alle Porte Palatine, da Piazza Palazzo di Città alla Sinagoga Ebraica. Tra le location, un ruolo molto rilevante è ricoperto dal Castello di Rivoli: qui, infatti, lavora Sara, la donna di cui si innamora il protagonista, incontrata per la prima volta a una mostra. È impiegata presso il Museo d’Arte Contemporanea e l’uomo si reca a trovarla fortemente attratto dalla sua bellezza e dal senso di stabilità emotiva che incarna ai suoi occhi.

Il Castello di Rivoli, in stato di abbandono dalla fine della Seconda guerra mondiale, dal 1979 è protagonista di un’ampia opera di ristrutturazione che porterà all’inaugurazione del Museo d’Arte Contemporanea nel 1984 con la mostra Ouverture. Nel corso degli anni la collezione si è costantemente arricchita rendendo il suo ampio spazio espositivo uno dei più rilevanti d’Europa.

Location di altri film, tra cui Enigma di Jean Rouch, il Castello di Rivoli ancora oggi è oggetto di una serie di lavori che puntano a migliorare ulteriormente l’edificio e le sue funzionalità.

 

Manila Paloma Blanca, directed by Daniele Segre, with Carlo Colnaghi, Alessandra Comerio, Laura Panti, Lou Castel, Barbara Valmorin (Italy, 1992).

Carlo Carbone, a former actor of about forty years old, returning from several recoveries in many psychiatric hospitals, lives at the fringe of society, in a often nocturnal Turin, a city that is not a mere background, but witnesses Carlo’s several attempts to regain a «normal» life especially through theatre.

Directed by Daniele Segre and based on a script written by Carlo Colnaghi, the protagonist of the movie, Manila Paloma Blanca was screened at the 1992 Venice Film Festival and is shot in many turinese places: from Ponte Rossini to the Porte Palatine, from piazza Palazzo di Città to the synagogue. Among the various locations, a great role is played by the Castello di Rivoli (Castle of Rivoli). This is the working place of Sara, the woman who Carlo falls in love with and meets for the first time during an art exhibition. She is an employee at the Contemporary Art Museum, and the man visits her attracted by her beauty and because he sees in her a strong sense of emotional stability.

The Castle of Rivoli, abandoned since the end of World War II, from 1979 had been subjected to a vast restoration work that lead in 1984 to the opening of the Contemporary Art Museum with the exhibition Overture. During the years, the permanent collection has been constantly increased making this exhibition location as one the most relevant in Europe.

Location for many movies, including Enigma by Jean Rouch, the castle is still interested by works in order to increase the building and its functions.