di Romolo Guerrieri, con Enrico Maria Salerno, Luciano Salce, Françoise Fabian, Paola Quattrini, Anna Campori, Attilio Dottesio. Italia, 1974

Michele Parrino (Enrico Maria Salerno), commissario della polizia di Torino, è un uomo che si dedica con passione al suo lavoro e tratta i colleghi in modo fraterno. Sa chiudere un occhio su reati minori, frutto di ingiustizie sociali, e affronta con coraggio i pericoli del suo mestiere. Quando però si trova di fronte a un caso che coinvolge la “Torino bene” i suoi superiori cercheranno di metterlo a tacere, e con lui anche l’amico giornalista Paolo Ferrero (Luciano Salce) che lo segue come un’ombra.

Si tratta del secondo film girato al Teatro Regio restaurato, ma le location non sono tutte torinesi: oltre a Cuneo, il commissario Parrino visita anche Caraglio. In particolare, dopo una sequenza che mette in scena una sanguinosa sparatoria con dei rapinatori, si intravede la Chiesa di S. Giovanni dove vengono trasportati i cadaveri per le esequie.

La chiesa, d’impianto gotico, fu semidistrutta nel Cinquecento, quando la diffusione dell’eresia ugonotta a Caraglio suscitò violenti scontri tra protestanti e cattolici. Venne allora trasformata in fortilizio per la sua posizione soprelevata e gli eretici vi si asserragliarono fino all’intervento risolutivo del duca Emanuele Filiberto che il 4 luglio 1569 convocò un’assemblea di capifamiglia nella chiesa di S. Maria e impose l’abiura all’eresia e il ritorno alla fede cattolica annientando definitivamente la fiorente Chiesa Riformata di Caraglio. La cerimonia, le riparazioni degli edifici sacri danneggiati e la liberazione degli arrestati costarono alla comunità 10.500 scudi d’oro. I caragliesi chiesero ed ottennero di passare sotto la diretta signoria di Emanuele Filiberto, ma dovettero pagare un riscatto alla famiglia dei Solaro che fino ad allora li aveva governati.

Il film è ricchissimo di location torinesi: Piazza Vittorio Veneto, Stazione di Porta Nuova, Via Luigi Damiano, 21, Via Arquata, 47, via Pietro Mascagni, Via Michele Bunivia, 11, via Vincenzo Gioberti, 2c, Via Pietro Micca, 14, via Belfiore, 33d, Chiesa del Sacro Cuore di Maria (Via Belfiore), via Oddino Morgari, 14, Duomo di Torino (Piazza San Giovanni), Conservatorio Giuseppe Verdi di Piazza Bodoni, Villa Nasi (Via Bricherasio, 12b), Teatro Regio (Piazza Castello, 215), Borgo Medievale del Parco del Valentino (Viale Virgilio, 107), Piazza Carignano.