Figlio di un produttore cinematografico e di una fotografa, Dario Argento cresce sui set e, dopo alcune esperienze come critico e come sceneggiatore (tra cui C’era una volta il west di Sergio Leone), esordisce alla regia nel 1970 con L’uccello dalle piume di cristallo, film che ottiene un enorme successo di pubblico. E’ l’inizio di una carriera che lo consacrerà come uno dei maestri dell’horror e del thriller. Il regista spesso sceglie la città di Torino come ambientazione per le sue produzioni – al momento sette, da Il gatto a nove code (1971) a Giallo/Argento (2009), film interpretato dal premio Oscar Adrien Brody (Il pianista, 2002), senza dimenticare il recentissimo Dracula 3D (2012). Ma è in Profondo Rosso (1975) – con protagonista David Hemmings e con le musiche dei Goblins – che il regista riesce ad esaltare al meglio i colori, i palazzi e le strade della città, in particolare Piazza C.L.N. divenuto luogo di culto per i suoi fans.

The son of a cinema producer and a photographer, Dario Argento grew up on sets and after some works experiences as a critic and a scriptwriter including Sergio Leone’s Once Upon a Time in the West, he made his debut as a director in 1970 with The Bird with the Crystal Plumage. The film achieved enormous public success. This was the start of a career that would win him recognition as a maestro of horror and thriller films. The director often chooses Turin as the location for his productions – seven to date, from The Cat o’ Nine Tails (1971) to Giallo (2009), a film featuring Oscar Award Winning Adrien Brody (The Pianist, 2002), without forgetting the most recent Dracula 3D (2012). However, it was in Deep Red (1975) that the director was most successful in exalting the city’s colours, buildings and streets.