di Vittorio De Seta, con Djibril Kebe, Paola Ajmone Rondo, Stefano Saccotelli, Madawass Kebe, Fifi Cisse, Italia, 2006, 100’

Assane è un giovane senegalese che arriva clandestinamente a Lampedusa. Da qui prosegue il suo viaggio sino a Torino dove, trovato regolarmente lavoro in una fabbrica, incontra tutte le difficoltà dell’integrazione e si scontra con le differenza tra la sua cultura di origine e appartenenza e quella italiana.

Diretto dal celebre documentarista Vittorio De Seta, con alle spalle una carriera lunga più di mezzo secolo, il film presenta numerosissime location torinesi: protagonista il quartiere di Porta Palazzo, ma non mancano luoghi decisamente diversi come la Palazzina di Caccia di Stupinigi in cui Assane osserva, stupito e rapito, la grandiosità della celebre residenza di caccia dei Savoia.

Secondo la delibera ministeriale del 21 gennaio del 2000, Lettere dal Sahara, è riconosciuto film d’interesse culturale nazionale dalla Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.