Mastroianni inizia la carriera a teatro sotto la guida di Luchino Visconti, ottenendo il primo successo al cinema con I soliti ignoti (1958) di Mario Monicelli per consacrarsi definitivamente grazie alla collaborazione con Federico Fellini in La dolce vita (1960) e 8 e ½ (1963). Tre volte candidato all’Oscar come miglior attore, vincitore per ben due volte al festival di Cannes (con Dramma della gelosia, 1970 di Ettore Scola e Oci Ciornie, 1987 di Nikita Mikhalkov), Mastroianni si è dimostrato un interprete versatile, capace di passare da toni più comici e ironici ad altri molto più drammatici. In La donna della domenica (1975) di Luigi Comencini, tratto dall’omonimo romanzo dei torinesi Carlo Fruttero e Franco Lucentini, interpreta il ruolo del commissario Santamaria. Il film è ambientato nella Torino borghese, sullo sfondo di luoghi celebri come il mercato del Balôn.

One of the most esteemed italian actors in the world, Mastroianni started his career in the theatre along with Vittorio Gassman under the direction of Luchino Visconti, achieving his first cinema hit with Mario Monicelli’s Big Deal on Madonna Street (1958) and then making a definitive name for himself thanks to his work with Federico Fellini in La dolce vita (1960) and 8 and ½ (1963). Nominated three times for an Oscar as best actor, he won twice at the cannes Festival with Ettore Scola’s Drama of Jealousy (1970) and Nikita Mikhalkov’s Dark Eyes (1987). Mastroianni showed himself to be a versatile interpreter, moving from comic and ironic to more dramatic roles. In Luigi Comencini’s The Sunday Woman (1975) based on the novel by Carlo Fruttero and Franco Lucentini, he plays the role of the police chief  Santamaria. The film is shot in Turin.