Tra i più apprezzati registi italiani all’estero, vincitore di numerosi premi nei festival più prestigiosi (Palma d’oro a Cannes, Leone d’argento a Venezia e Orso d’argento a Berlino), Nanni Moretti esordisce alla regia nel 1976 con Io sono un autarchico, film girato con pochi mezzi e in super-8, ma che raccoglie un grande successo di pubblico e fa dell’autore il rappresentante di una generazione. È da sempre considerato un “regista politico”: egli, infatti, non risparmia nei suoi film critiche e opinioni sull’attualità (Aprile, 1998, sul governo Prodi, Il caimano, 2006, su Berlusconi e Habemus Papam, 2011, sulla Chiesa) Moretti si espone a livello mediatico organizzando manifestazioni e i celebri “girotondi”. Si dedica, inoltre, grazie alla casa produttrice Sacher Film, alla scoperta di giovani esordienti per cui spesso si presta come attore: tra gli altri è da ricordare Mimmo Calopresti, per cui il regista romano interpreta La seconda volta (1995), girato a Torino. Moretti veste i panni di un docente universitario che incontra a distanza di anni la donna che negli anni di Piombo tentò di ucciderlo sparandogli alla testa.

The Second Time

Amongst the most esteemed Italian directors abroad, winner of many awards at the most prestigious festivals (Palm d’Or at Cannes, Silver Lion at Venice and Silver Bear at Berlin), Nanni Moretti made his debut as a director in 1976 with I am an autarkic, a low-budget film shot in super-8 that met with great public success and made the author the spokesperson for a generation. Moretti has always been considered a “political director”: his films do not shy away from criticism and statements on real events April (1998) about the Prodi government; The Caiman (2006) about Berlusconi and We Have a Pope (2011) about the Catholic Church. Thanks to his production house Sacher Film, he discovers emerging talents for whom he often lends himself as an actor. In 1995 Moretti plays for the director Mimmo Calopresti in The Second Time (1995). The film was shot in Turin.