di Daniele Segre, Italia, 1978

Il film è un breve documentario sui Fighters Ultras Juventus, girato da Daniele Segre nel febbario 1978. Gli appassionati della squadra si incontrano per preparare gli striscioni e sfilano per le strade fino ad arrivare allo stadio: non viene mostrato nulla di sensazionale o drammatico come le risse e le devastazioni che costellavano la cronaca nera dell’epoca. Si tratta della prima vera inchiesta condotta sul mondo ultras italiano, l’inizio di un lavoro di ricerca che due anni dopo  porterà Segre a realizzare il film inchiesta Ragazzi di stadio, il libro omonimo e la relativa mostra fotografica.

Lo stadio verso cui marciano i tifosi e su cui dispiegano gli striscioni è lo stadio Olimpico di Torino.

Inizialmente intitolato a Benito Mussolini, lo stadio municipale venne costruito nel 1933 per i Giochi Littoriali e i Campionati Internazionali Studenteschi. Durante i primi anni ospitò esclusivamente le partite della Juventus visto che il Torino poteva disporre dello stadio Filadelfia. Dopo la fine della seconda guerra mondiale e la caduta del fascismo, l’impianto venne rinominato “Stadio Comunale” e a metà degli anni ’50 si trovò ad accogliere anche il club granata. Nel 1990 venne abbandonato per lo stadio delle Alpi e dopo una ristrutturazione sostanziale riaprì nel 2005 in  occasione dei XX Giochi Olimpici Invernali. Ribattezzato Stadio Olimpico, oggi ospita principalmente concerti e le partite del Toro.